7 Maggio 2018

Riabilitazione: workshop internazionale UPMC

riabilitazione

Il 3 maggio 2018 si è tenuto a Chianciano Terme il workshop InternazionaleEsercizio fisico come strumento di prevenzione e cura: oltre il concetto di riabilitazione“.

L’evento è stato organizzato da UPMC  (Centro Medico dell’Università di Pittsburgh, Stati Uniti) e patrocinato dal Comune di Chianciano Terme, l’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Siena, dalla SICGe (Società Italiana Cardiologia Geriatrica) e da Coop Medici 2000. Il workshop era gratuito e accreditato per il rilascio di 6 crediti ECM – provider Adnkronos Salute. Oltre 70 tra medici chirurghi, psicologi, dietisti, fisioterapisti e infermieri) hanno partecipato al workshop. I 15 relatori venivano da tutta Italia (Roma, Chianciano, Firenze, Milano) e dagli Stati Uniti.

La prevenzione attraverso l’esercizio fisico

Molti studi internazionali riconoscono che l’esercizio fisico gioca un ruolo essenziale nella prevenzione e terapia di molte malattie non trasmissibili, comprese alcuni tumori. In particolare, contribuisce a migliorare le funzioni del cuore e del cervello e a combattere il declino cognitivo. Anche nella fase di riabilitazione, successiva ad eventi cardiocerebrovascolari, un’attività fisica monitorata e adattata al paziente costituisce un aspetto fondamentale della terapia e del percorso di recupero.

Le proteine “atletiche”

Nuove ricerche scientifiche, alcune condotte da UPMC e UPMC Italy, attestano che esistono alcune proteine ‘atletiche’ in grado di rallentare l’invecchiamento cellulare, e dunque anche biologico, offrendo all’organismo più quantità e qualità di vita.

Klotho

La prima proteina si chiama klotho. È un ormone che ha un ruolo chiave nell’aumentare la sensibilità delle cellule all’insulina. Non solo, è fondamentale anche nella regolazione del metabolismo e dei processi di invecchiamento. I suoi benefici sono maggiori se la sua attività è stimolata dall’esercizio fisico.

Miochina

La seconda è la miochina. Una sostanza prodotta e rilasciata dalle fibre muscolari quando vengono sottoposte a contrazione, come accade in ogni azione che prevede movimento, e che esercita i suoi ‘vitali’ effetti sull’intero organismo.

Klotho e miochina sarebbero in grado di rallentare gli esiti dell’invecchiamento, specie in pazienti senior. Infatti, contrasterebbero la perdita di forza e massa muscolare, potenziando invece la funzionalità cardiovascolare, la resistenza delle cellule allo stress e la migliore preservazione delle facoltà cognitive.

I progetti di ricerca di UPMC

«Le nostre ultime ricerche – spiega la Prof.ssa Fabrisia Ambrosio, Associate Professor del Dipartimento di Medicina fisica e Riabilitazione dell’Università di Pittsburgh e Direttore della Riabilitazione per UPMC International – hanno dimostrato che l’attività contrattile muscolare, indotta dall’esercizio fisico e dalla stimolazione elettrica neuromuscolare, è in grado di fare aumentare i livelli di Klotho e il potenziale rigenerativo dei muscoli nei pazienti anziani, con sensibili vantaggi sulla ridotta progressione delle patologie neurodegenerative.” “I promettenti risultati ottenuti – continua la Prof.ssa Ambrosio – fanno ritenere che l’esercizio fisico, introdotto in programmi di riabilitazione personalizzati in base alle condizioni fisiche del paziente, possa contribuire a contrastare il declino di tessuti e fibre muscolari, così come delle facoltà cognitive, preservando in particolare la memoria».

UPMC e IRCCS ISMETT, stanno portando avanti anche un altro studio, finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico italiano. Obiettivo, valutare la potenzialità della stimolazione elettrica neuromuscolare nel prevenire declini cognitivi, anche in pazienti lungodegenti in terapia intensiva.

Durante il workshop i partecipanti hanno potuto visitare la Palestra della Salute di UPMC Institute for Health Chianciano Terme. La Palestra nasce dalla tra UPMC, Terme di Chianciano, Università di Siena e Technogym. La struttura offre un programma di riabilitazione cardiologica (anche in convenzione con il SSN) e programmi personalizzati di esercizio fisico per la prevenzione delle malattie cardiovascolari, epatiche, metaboliche.

Scarica il PROGRAMMA dell’evento.