12 Luglio 2021

Artrite reumatoide: sintomi, cause e diagnosi

artrite reumatoide

Sintomi, cause, diagnosi e trattamento dell’artrite reumatoide

L’artrite reumatoide, la più severa tra le malattie osteoarticolari, è una patologia infiammatoria cronica che interessa le articolazioni. Si tratta di una patologia autoimmune quindi, come nelle altre malattie autoimmuni, è lo stesso sistema immunitario, deputato alla difesa dell’organismo, che attacca i tessuti sani, in questo caso la membrana sinoviale, il rivestimento della capsula articolare. L’infiammazione causa un aumento di volume della membrana, portando alla formazione del cosiddetto “panno sinoviale”, che si espande fino a determinare la distruzione della cartilagine. L’infiammazione può coinvolgere anche i vasi sanguigni, il cuore, i polmoni, i reni, il sistema nervoso centrale e periferico, l’apparato visivo. L’artrite reumatoide colpisce più frequentemente le persone nella fascia di età 40-60, anche se non si escludono casi nell’infanzia e nell’età senile, e interessa in percentuale maggiore le donne rispetto agli uomini.

Sintomi

Nelle fasi iniziali, questo disturbo riguarda le piccole articolazioni (mani, polsi, caviglie, piedi) per poi estendersi con il tempo alle articolazioni più grandi (gomiti, spalle, ginocchia, anche, ecc.). Si manifesta con dolore, gonfiore, tumefazione, sensazione di calore e rigidità nelle articolazioni interessate. A questi sintomi possono associarsi malessere generale, perdita di appetito, affaticamento. La rigidità articolare e la limitazione nei movimenti, di solito sono presenti al mattino e possono durare per ore. Con il tempo si può arrivare alla perdita della funzionalità e alla deformità articolare.

Cause dell’artrite reumatoide

Non è stata individuata una causa completamente nota per l’artrite reumatoide, ma gli studi condotti fino ad oggi hanno individuato diversi fattori di rischio genetici e ambientali. Nelle persone con una predisposizione genetica a questa patologia, un evento ambientale può scatenare un’attivazione anomala del sistema immunitario che attacca le articolazioni, determinando l’infiammazione cronica e il danno articolare. Tra le cause non genetiche, possono essere incluse:

  • Genere ed età
  • Infezioni virali
  • Il fumo
  • L’obesità
  • Fattori ormonali

Diagnosi

I sintomi iniziali dell’artrite reumatoide sono simili a quelli di altre malattie reumatiche, per cui non è sempre facile diagnosticarla precocemente. Articolazioni gonfie, dolore e rigidità mattutina sono i primi segnali da attenzionare. Per effettuare una diagnosi accurata possono essere necessari:

  • Esami di laboratorio: per la rilevazione del Fattore Reumatoide, degli anticorpi CCP, del livello di infiammazione in atto (misurabile attraverso i valori di VES e PCR)
  • Esami strumentali: RX (mani e piedi), ecografia articolare, risonanza magnetica, MOC

Quando la patologia ha un interessamento extra-articolare, potrebbe essere necessario effettuare spirometria, TC torace, ecocardiogramma.

Trattamento

Una diagnosi precoce è fondamentale per prevenire danni articolari irreversibili che questa malattia può determinare. Vista la complessità di questa patologia, nel suo trattamento sono coinvolti diversi specialisti, primo fra tutti il reumatologo.

Oggi, i farmaci utilizzati per la cura dell’artrite reumatoide hanno migliorato la prognosi, permettendo di ridurre l’infiammazione e il dolore. Non sempre però sono sufficienti. Nei casi in cui la malattia è ad uno stadio avanzato, può essere necessario intervenire chirurgicamente con l’obiettivo di recuperare le capacità funzionali.

UPMC Institute for Health mette a disposizione dei pazienti un team di ortopedici altamente specializzati per la diagnosi e il trattamento delle patologie più comuni a carico del polso e della mano. Contatta il nostro Centro per prenotare un appuntamento.

Per maggiori informazioni: 0578 61198