9 Giugno 2021

Sindrome del Tunnel Carpale: sintomi, cause, terapia

sindrome del tunnel carpale_upmc chianciano_ortopedia

Che cos’è la sindrome del Tunnel Carpale?

La sindrome del tunnel carpale è un disturbo neurologico che colpisce il polso e la mano. Il “tunnel carpale” è un canale stretto e rigido, all’interno del quale passano il nervo mediano e i tendini dei muscoli flessori delle dita. Il nervo mediano parte dall’ascella passa lungo tutto il braccio e arriva al palmo della mano e alle dita. L’ingrossamento dei tendini, o altre condizioni che creano gonfiore, possono portare ad un restringimento del tunnel, provocando una compressione sul nervo mediano. La pressione sul nervo provoca dolore, intorpidimento della mano e del polso, debolezza e formicolio, originando quella che viene definita “sindrome del tunnel carpale”.

Questi sintomi riguardano le dita della mano (pollice, indice, medio e parte dell’anulare) e possono presentarsi durante la notte o durante attività in cui vengono utilizzati polso e mano. In una fase avanzata della malattia, il dolore può estendersi anche all’avambraccio e causare deficit motori.

Cosa può causare la sindrome del tunnel carpale?

Le principali cause possono essere:

  • Traumi e infortuni: fratture e lussazioni
  • Predisposizione anatomica: un tunnel carpale più stretto può aumentare le probabilità di sviluppare questo disturbo
  • Storia famigliare: in alcune famiglie la sindrome del tunnel carpale è ricorrente
  • Fattori ormonali: le donne hanno una maggiore probabilità di sviluppare questo disturbo, con una percentuale più alta in gravidanza o in menopausa
  • Patologie sistemiche: diabete mellito, artrite reumatoide, obesità, ipotiroidismo, insufficienza renale
  • Infiammazione della guaina che riveste i tendini flessori (tenosinovite): queste infiammazioni possono essere causate da un utilizzo intensivo della mano, tipico di alcune attività lavorative ripetitive (es: suonare uno strumento, usare il pc, ecc.)

Diagnosi

Il primo passo è un esame obiettivo e accurato del polso e della mano, oltre all’anamnesi dettagliata del paziente e della sua storia clinica. Poi potrebbe essere necessario effettuare indagini più approfondite, attraverso esami e test specifici (es: elettromiografia, test di laboratorio).

Trattamento della sindrome del tunnel carpale

La terapia dipende dalla gravità e dalla durata dei sintomi. Se il dolore è lieve e presente da poco tempo, si può tentare una terapia conservativa. Prescrizione di riposo per l’articolazione del polso e l’utilizzo di un tutore, oltre a trattamenti fisioterapici ed esercizi terapeutici, ed eventualmente iniezioni locali di corticosteroide (antinfiammatorio).
Però, nella maggior parte dei casi, è necessario intervenire chirurgicamente. L’intervento, effettuato in ambulatorio e in anestesia locale senza necessità di degenza, permette di creare più spazio all’interno del tunnel carpale, in modo che il nervo mediano possa essere decompresso. Dopo l’operazione, il polso deve rimanere fasciato per qualche giorno. Il paziente deve poi iniziare la riabilitazione, fondamentale per recuperare la piena funzionalità del polso.

Presso UPMC Institute for Health Chianciano Terme è possibile effettuare interventi chirurgici ambulatoriali, incluso quello per il trattamento della sindrome del tunnel carpale. Per maggiori informazioni: 0578 61198

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi