15 Luglio 2021

Reflusso gastroesofageo: come può essere trattato?

Reflusso gastroesofageo: come può essere trattato?

Il reflusso gastroesofageo è uno dei disturbi digestivi più comuni. Consiste nella risalita di una parte del contenuto gastrico acido verso l’esofago, che spesso causa una sensazione di bruciore.

Per combattere il reflusso gastroesofageo si può utilizzare una terapia farmacologica o adottare uno stile di vita sano per limitarne i sintomi. Vediamo nel dettaglio questi due approcci.

Trattamento del reflusso gastroesofageo attraverso il cambiamento dello stile di vita

Per i pazienti con un reflusso gastrico lieve potrebbe essere sufficiente adottare dei semplici cambiamenti dello stile di vita per tenere i sintomi sotto controllo. Se invece si presentano sintomi più gravi, il cambiamento dello stile di vita potrà almeno ridurre la frequenza del reflusso.

Esistono dei cibi specifici che possono causare la comparsa dei sintomi. Tenere un diario alimentare può aiutare a capire quali sono questi alimenti e quindi eliminarli dalla nostra dieta.

Gli alimenti che più comunemente causano il reflusso gastrico sono:

  • Cioccolato, dolci
  • Bevande contenenti caffeina
  • Bevande frizzanti
  • Alcolici
  • Agrumi
  • Pomodoro
  • Cibi grassi
  • Cibi piccanti
  • Menta

Inoltre, per ridurre il reflusso gastrico è possibile variare la nostra routine quotidiana, ad esempio:

  • Cenare la sera presto
  • Seguire una dieta a basso contenuto di grassi
  • Sollevare la testata del letto
  • Evitare di mettersi a letto nelle prime due ore dopo il pasto

Trattamento farmacologico del reflusso gastrico

Molte persone scelgono di utilizzare farmaci antiacido da banco per il trattamento del bruciore di stomaco lieve. Gli antiacidi possono essere una soluzione temporanea, ed è bene prestare particolare attenzione alle indicazioni e avvertenze contenute nel foglietto informativo del farmaco. È possibile ricorrere agli inibitori di pompa protonica e agli H2-antagonisti da banco (senza obbligo di prescrizione) quando il bruciore è più frequente o ricorrente. Questi farmaci riducono la quantità di acido gastrico che il corpo produce e aiutano a gestire i sintomi e a provare sollievo. Qualora il disturbo fosse più severo, potrebbe essere necessario usare farmaci inibitori di pompa protonica a maggiore dosaggio.

Per comprendere la causa principale del reflusso gastrico, per curare meglio la sintomatologia, se i sintomi persistono senza alcuna risposta al trattamento, o se si avverte la sensazione che il cibo si blocchi nel petto, è necessario consultare un medico.

Chi soffre di reflusso gastrico e desidera discutere le varie opzioni di trattamento disponibili può fissare un appuntamento con uno dei nostri specialisti.

Per maggiori informazioni: 0578 61198

(Fonte: UPMC Health Beat)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi