3 Marzo 2017

Dalla Cina per studiare il modello sanitario UPMC

Modello sanitario

Una delegazione cinese in visita presso il centro medico UPMC Institute for Health Chianciano Terme per studiarne il modello sanitario.

La partnership tra UPMC International e Macare Women’s Hospital

Nei giorni scorsi è arrivato in Italia di Zhixiong Wu, Chairman di Wanshi Holding Group e Linewell Software Group, che controllano il Macare Women’s Hospital di Quanzhou, in Cina. Questa visita è frutto dell’accordo che UPMC International ha siglato nei mesi scorsi con il Macare Women’s Hospital. Il nuovo ospedale, con 52 posti letto, è specializzato nella salute delle donne. Offre, infatti, servizi avanzati di ostetricia, ginecologia e neonatologia

L’accordo prevede la formazione a Pittsburgh per medici, infermieri e amministrativi del Macare Women’s Hospital. Inoltre, gli esperti UPMC effettueranno un’approfondita valutazione in loco delle procedure cliniche e operative. Verranno presi in esame, principalmente:

  • la struttura ospedaliera dal punto di vista fisico e logistico
  • i servizi
  • lo sviluppo di programmi clinici
  • l’acquisizione di talenti
  • la prevenzione e il controllo delle infezioni,
  • i sistemi informatici
  • le operazioni di laboratorio.

Il modello UPMC Institute for Health

I rappresentanti cinesi hanno visitato UPMC Institute for Health Chianciano Terme e preso visione dei servizi di prevenzione disponibili. Hanno, inoltre, avuto modo di ascoltare la presentazione del programma di riabilitazione cardiologica che verrà lanciato prossimamente. La delegazione ha espresso un forte interesse per “replicare”, in una zona della Cina ad alta attrazione turistica, l’esperienza medica di UPMC a Chianciano Terme per lo screening delle malattie croniche e per il benessere.

“Siamo contenti di aver accolto in Italia i rappresentanti del Macare Women’s Hospital, che condivide la filosofia di UPMC secondo cui i pazienti necessitano e meritano una sanità di eccellenza vicino a casa”, afferma il Prof. Bruno Gridelli, vice presidente esecutivo di UPMC International “Il nostro obbiettivo comune – conclude il Prof. Gridelli –  è offrire ai pazienti i servizi più avanzati, promuovere e tutelare il benessere della popolazione, sviluppare la prevenzione delle malattie e cure sempre più efficaci, accessibili e sostenibili. Il modello sviluppato a Chianciano ha enormi potenzialità di sviluppo vista la necessità di sviluppare strategie per la prevenzione di malattie croniche, una vera emergenza globale”.

Tra le altre collaborazioni di UPMC in Cina ricordiamo la partnership con First Chengmei Medical Industry Group per lo sviluppo di servizi assistenziali nell’isola di Hainan, la fornitura di una “second-opinion” per i servizi di telepatologia al KingMed Diagnostics in Guangzhou, e il supporto operativo al Xiangya International Medical Center in Changsha.