21 Luglio 2021

Che cos’è la sindrome di De Quervain?

Che cos’è la sindrome di De Quervain?

Sindrome di De Quervain: sintomi, cause, diagnosi e trattamento

La sindrome di De Quervain (detta tenosinovite), che prende il nome dal chirurgo svizzero che la descrisse, è un’infiammazione della guaina che riveste due dei tendini deputati al movimento del pollice, ovvero l’abduttore lungo e l’estensore breve. Questi tendini dall’avambraccio arrivano al polso e poi al pollice, attraverso appunto una guaina. Quando c’è uno stato infiammatorio, la guaina aumenta di spessore e lo spazio a disposizione per il passaggio dei tendini diminuisce, aumentando la frizione tra i tendini e lo stiloide del radio, ovvero la sporgenza ossea sopra la quale il tendine passa prima di arrivare alle dita.

Sintomi

Il sintomo più comune della sindrome di De Quervain è un dolore localizzato al margine del polso e lungo il dorso del pollice durante movimenti di presa, che coinvolgono il dito, o di inclinazione del polso. Può essere associato ad un rigonfiamento visibile della guaina e ad una sensazione di formicolio. Questa patologia può limitare notevolmente la funzionalità della mano, rendendo difficili anche semplici movimenti quotidiani, come girare la chiave nella serratura o aprire un barattolo.

Quali sono le principali cause della malattia di De Quervain?

  • Patologie reumatiche
  • Sovraccarichi funzionali improvvisi
  • Predisposizione all’infiammazione
  • Attività che implicano movimenti violenti o comunque molto ripetitivi: musicisti, ricamatrici, mamme nell’ultimo periodo dell’allattamento (quando tenere il bimbo in braccio diventa faticoso per via del peso)

Diagnosi                          

Il medico può effettuare la diagnosi attraverso l’osservazione clinica, infatti la zona si presenta tumefatta e dolorosa alla pressione. Inoltre, può essere effettuato il test di Finkelstein, per la valutazione del grado di dolore. Viene chiesto al paziente di chiudere la mano a pugno, stringendo il pollice con le altre dita e flettendo il polso verso il mignolo. L’ecografia permette di valutare poi con precisione lo stato infiammatorio dei tendini.

Trattamento

Se la sindrome di De Quervain è in una fase iniziale, si può tentare con un approccio conservativo attraverso il riposo funzionale della mano (evitando quindi per un certo periodo quei movimenti che provocano il dolore), la crioterapia (utilizzo del ghiaccio sullo stiloide del radio per ridurre il dolore), la somministrazione di farmaci antinfiammatori, la prescrizione di terapie strumentali (Tecar, Laser, ecc.) e, nei casi più gravi, il ricorso ad infiltrazioni corticosteroidee. Quando però il dolore è intenso e i sintomi sono gravi, può essere necessario l’intervento chirurgico, in anestesia locale, senza necessità di ricovero. L’operazione permette di aprire la guaina tendinea in modo da consentire ai tendini di passare agevolmente. L’intervento chirurgico è risolutivo e il recupero funzionale è quasi immediato.

Presso UPMC Institute for Health è possibile effettuare interventi di chirurgia ortopedica in regime ambulatoriale, senza necessità di ricoveroContattaci per fissare un appuntamento con uno dei nostri specialisti.

Per maggiori informazioni: 0578 61198

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi