26 Luglio 2021

Morbo di Dupuytren: che cos’è?

morbo di Dupuytren

Sintomi, cause, diagnosi e trattamento del morbo di Dupuytren

Il morbo di Dupuytren è una patologia progressiva a carico della mano. Si tratta di un anormale ispessimento dell’aponeurosi palmare, ovvero del tessuto connettivo, situato nel palmo immediatamente sotto la superfice cutanea. Questa malattia provoca tra palmo e dita la formazione di un cordone, un nodulo, che determina la flessione permanente di una o più dita verso il palmo, impedendo la mobilità articolare.

Sintomi

Il sintomo principale è quindi rappresentato proprio dalla presenza di questi noduli, riconoscibili al tatto e a volte anche alla vista. A questo possono associarsi dolore, difficoltà ad impugnare gli oggetti e prurito. Solitamente, le dita colpite dalla malattia di Dupuytren sono l’anulare e il mignolo, ma alcune volte possono essere coinvolti anche il pollice e il dito medio. Questa patologia può interessare uno o tutte e due le mani.

Da cosa è causato il morbo di Dupuytren?

Ad oggi non ci sono certezze sulle cause scatenanti di questa patologia, ma alcuni studi individuano nella genetica il fattore determinante. I pazienti affetti dalla malattia di Dupuytren spesso hanno famigliari stretti (genitori, fratelli) che manifestano questo disturbo. Studi statistici hanno poi evidenziamo una predisposizione allo sviluppo di questa patologia in persone che:

  • hanno il diabete
  • assumono anticonvulsivanti per il trattamento dell’epilessia
  • hanno subito un trauma importante alla mano o al polso
  • fumano
  • consumano grandi quantità di alcool

Diagnosi

Considerati i segni specifici di questa patologia, per la diagnosi è sufficiente un esame obiettivo della mano e la descrizione della sintomatologia da parte del paziente. Solitamente, dopo questa prima valutazione, il paziente viene indirizzato verso uno specialista della mano, per valutare le alternative terapeutiche.

Trattamento

Esistono diverse terapie per il trattamento di questa patologia, la cui scelta dipende dalla gravità della sintomatologia e dalla valutazione del medico specialista. Nei trattamenti non chirurgici sono inclusi la radioterapia e le iniezioni di collagenasi clostridium histolycum. Anche dal punto di vista chirurgico, esistono diverse opzioni, più o meno invasive: la fasciotomia percutanea con ago, la fasciotomia palmare e la fascectomia. Tutti i trattamenti possono presentare degli effetti collaterali e possono essere più o meno efficaci a seconda delle singole situazioni cliniche. Per questo motivo, è fondamentale rivolgersi ad uno specialista della mano, per scegliere il percorso terapeutico più adatto.

Il team di ortopedia di UPMC Institute for Health Chianciano Terme è a disposizione dei pazienti per la diagnosi e il trattamento delle più comuni patologie del polso e della mano.

Per maggiori informazioni: 0578 61198

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi